Azad Ootam

Azad Ootam

Chief Transformation Officer  |  SDL

Azad Ootam crede nella franchezza e nella comprensione. Sono valori che lo hanno guidato lungo tutta la sua carriera dedicata alla trasformazione delle aziende. 

"Non si può avere sempre un approccio transazionale", afferma Ootam, "non è un modo efficace di lavorare e non sai mai le persone quale ruolo andranno a ricoprire. Tratta tutti con rispetto, sii aperto e sincero e verrai ricambiato in maniera esponenziale. 

Ootam ha lavorato per quasi due decenni come consulente gestionale in quella che ora è Accenture. "Sono entrato a far parte di quell'azienda con l'idea di rimanerci un paio d'anni e poi trovare un altro lavoro. Alla fine ci sono rimasto 20 anni."

Il suo approccio deve essere vincente, dal momento che le aziende non vogliono lasciarlo andare. 

Nel 2006 gli è stato chiesto di eseguire una revisione di cinque settimane della struttura del Ministero degli Interni responsabile per l'immigrazione, la sicurezza e l'ordine pubblico. "Sono diventati tre anni e mezzo quando si sono resi conto che potevo aiutarli a trasformare e migliorare l'organizzazione." Nel 2010 ha cominciato a lavorare per la Royal Mail. "Doveva essere una pausa di tre mesi in attesa di ritornare a lavorare per il governo." Se n'è andato sei anni dopo, in cerca di nuove sfide. 

Ootam è entrato a far parte di SDL nel giugno del 2016 ed è entusiasta di questo suo nuovo incarico perché: "Se faccio bene il mio lavoro, non avrò un impatto solo sull'azienda, ma sull'intero settore. E questo sì che è entusiasmante!"